1.    Nomina revisori dei conti;
2.    Accettazione soci;
3.    Dimissione soci;
4.    Affidamento incarico per la riscossione dei contributi mensili, art. 64 dello Statuto;
5.    Riduzione Giornali quotidiani;
6.    Convegno informa soci su tema “il nuovo sistema pensionistico” e “ legge antiriciclaggio”;
7.    S. Messa a Suffragio dei soci deceduti nel 2011;
8.    Richiesta di incontro con Amm.ne Comunale, per discutere sul problema “Conguaglio ATO ME 2006”;
9.    Contratto SKY;
10.    Costituzione Inventario Società Operaia;
11.    Revisione Spese di Segreteria per Avviso di Pagamento Quote sociali;
12.    Revisione termini di Riammissione Soci Radiati;
13.    Comunicazione Sanzioni a carico Addetto ai Servizi;
14.    Provvedimenti nei confronti del Socio P. G , ai sensi dell’ art 57 statuto sociale;
15.    Varie ed Eventuali;

L’anno duemiladodici addì undici del mese di gennaio in S.Stefano di Camastra, in via Rosario, n° 24 ,

presso la sede sociale,
alle ore 18,30, si è costituito il Consiglio Direttivo della Società Operaia MS, per discutere e deliberare sul

seguente ordine del giorno:
1.    Nomina revisori dei conti;
2.    Accettazione soci;
3.    Dimissione soci;
4.    Affidamento incarico per la riscossione dei contributi mensili, art. 64 dello Statuto;
5.    Riduzione Giornali quotidiani;
6.    Convegno informa soci su tema “il nuovo sistema pensionistico” e “ legge antiriciclaggio”;
7.    S. Messa a Suffragio dei soci deceduti nel 2011;
8.    Richiesta di incontro con Amm.ne Comunale, per discutere sul problema “Conguaglio ATO ME 2006”;
9.    Contratto SKY;
10.    Costituzione Inventario Società Operaia;
11.    Revisione Spese di Segreteria per Avviso di Pagamento Quote sociali;
12.    Revisione termini di Riammissione Soci Radiati;
13.    Comunicazione Sanzioni a carico Addetto ai Servizi;
14.    Provvedimenti nei confronti del Socio P. G , ai sensi dell’ art 57 statuto sociale;
15.    Varie ed Eventuali;
Assume la presidenza il sig.Mascari Tommaso, il quale constatata la regolarità delle comunicazioni
dell’avviso di convocazione e il numero legale dei Consiglieri,
Presenti
Mascari     Tommaso                   
Torcivia     Santo                   
Piscitello     Raimondo                   
Cianciolo    Giuseppe                   
Boscia    Sebastiano               
Patti        Giovanni                   
Amoroso    Alessandro           
Ciavirella    Giuseppe                   
Turdo        Luigi                   
Mugavero    Rocco                   
Assente giustificato, per motivi familiari Arcidiacono Sebastiano.
con la presenza di 10 su 11 Consiglieri  aventi diritto di voto, alle ore 18,45, dichiara valida
la seduta di consiglio e chiama il sig.  Piscitello Raimondo a fungere da segretario.
Si passa cosi a trattare il 1° punto posto all’ordine del giorno:
1.    Nomina revisori dei conti;
Così come stabilito nella Delibera Precedente, si è preso in considerazione quanti hanno
presentato richiesta e, all’unanimità dei presenti sono stati nominati quali componenti del
collegio dei Revisori dei Conti per il Biennio 2012_2013, i Soci:
-    Pezzino Domenico , Gagliano Calogero , Cicero Antonino
-    supplente Nigrelli Michele.
2.    Accetazione soci;
Con voto unanime, vengono accolte le domande a Soci effettivi:
-    Chirco Fabio e Amato Sottosanti Rosario.
3.    Il Presidente porta a conoscenza delle dimissioni dei soci (Temporanei): Tumminello Natale,
4.    Mingari  Francesco e del Socio (effettivo) Di Carlo Giuseppe di Piero.
5.    Affidamento incarico per la riscossione dei contributi mensili, art. 64 dello Statuto;
Si propone per il socio Armao Gaetano il rinnovo dell’ incarico quale esattore del sodalizio. 
Chiede la parola il Consigliere Ciavirella il quale su dettatura dichiara:
“Il sottoscritto Ciavirella Giuseppe dichiara che in merito al punto all’O.D.G. ritiene superfluo e irrilevante
l‘ approvazione di quanto proposto , in quanto ricorda ai signori Consiglieri che già esiste un deliberato
consiliare dal quale si evince l’ incarico della riscossione mensili è addetto alla segreteria un socio a tempo
indeterminato del nostro sodalizio come previsto dall’ art. 64 dello statuto. Si chiede pertanto di voler
predisporre tutti gli atti burocratici e amministrativi ai fini di un’ assunzione a tempo indeterminato del soggetto
così come previsto dai contratti di lavoro”.
Il presidente precisa che l’ affidamento dell’incarico di esattore ad un socio,  è un atto dovuto e quindi

chiede di votare la proposta.
I consiglieri Mugavero, Ciavirella e Turdo si astengono dalla votazione e quindi con 7 voti favorevoli la

proposta viene accolta.
1.    Riduzione Giornali quotidiani
Il Presidente evidenzia la necessità di ridurre il numero dei quotidiani al fine da rientrare, insieme ad altri
risparmi ad una regolare e controllata gestione dell’ordinarietà delle spese della struttura.
La proposta è la seguente:
n. 2 quotidiani regionali
n. 2 quotidiani Nazionali
n. 2 quotidiani Sportivi
n. 1 quotidiano provinciale settimanale;
Il consigliere Ciavirella  a nome proprio e dei consiglieri Turdo e Mugavero su dettatura dichiara:
“non sono d’accordo perché la lettura è il pane quotidiano dei Soci. La Società Operaia ha l’obbligo
ed il dovere di sviluppare la cultura tra i Soci e di intensificare lo sviluppo delle conoscenze in genere.
Sarebbe mortificante per i Consiglieri approvare una proposta del genere, che dovrebbe trovare ampio
ragionamento in sede di programmazione del bilancio di previsione che, nonostante i nostri solleciti,
ancora non si ha nessuna intenzione di affrontare”.
Viene messa ai voti la proposta e con 6 voti favorevoli, 3 contrari e 1 astenuto (Boscia S.no per dichiarato
conflitto d’interessi),si stabilisce, la riduzione dei quotidiani con il criterio della classifica di vendita.

6.    Convegno informa soci su tema “il nuovo sistema pensionistico” e “ legge antiriciclaggio”;
Si autorizza all’unanimità il Presidente, all’organizzazione dell’attività purché non vengano  coinvolti esponenti politici.
7.    S. Messa a Suffragio dei soci deceduti nel 2011
Si propone di ricordare i Soci deceduti nell’anno 2011 con una messa in suffragio, a cui saranno
invitati i soci e familiari tutti.
Con voto unanime, la proposta viene accolta e si da’ mandato al Presidente per far sì che la messa
sia celebrata all’interno dei locali sociali.
Il consigliere Ciavirella, propone di istituire un Cappellano all’ interno del sodalizio.
8.    Richiesta di incontro con Amm.ne Comunale, per discutere sul problema “Conguaglio ATO ME 2006”;
Si discute sull’utilita’ di richiedere un incontro all’Amministrazione Comunale al fine di chiarire e
discutere sulla richiesta di  conguaglio  avanzata dall’ATO ME per il 2006.
Visto il periodo pre-elettorale, si chiede al Presidente  di evitare la presenza di esponenti politici
all’interno dei locali e quindi di revocare la proposta.
La proposta viene revocata.
9.    Contratto SKY;
Il Presidente porta a conoscenza dei presenti, la volonta’ dei soci, di riattivare il servizio  SKY e  che lo
stesso dopo una ricerca di mercato, ha verificato il costo mensile della spesa, pari ad € 190,00 + iva,
avviando la procedura contrattuale del servizio.
Il consigliere Ciavirella interviene sostenendo che, il Presidente ha abusato del suo mandato poiche’,
vista l’entita’ della spesa, tale decisione deve essere portata in Assemblea.
Il Presidente precisa che l’iniziativa altro non e’ che la continuazione di un servizio gia’ presente
all’interno del sodalizio sin dal periodo in cui lo stesso, era Presidente della Societa’ e quindi  si presume,
gia’ approvato ed autorizzato. Non si spiegano piuttosto i  motivi dell’interruzione.
Il consigliere Ciavirella ammette che mai e’ stata prodotta delibera di autorizzazione e che tutto e’
avvenuto in modo irregolare, cosi’ come nel precedente esercizio. Ammette inoltre che le interruzioni
del contratto si verificano, quando si creano situazioni di contrasto, che creano fratture nei rapporti.
A questo punto interviene il Consigliere Mugavero il quale sostiene che tale decisione e’ stata presa
per permettere ai soci di risparmiare.
Il Presidente  evidenzia, che non risultano benefici a favore dei soci da simili operazioni, ma un
maggior potere di spesa per i Presidenti. Inoltre accusa che si è giocato con la dignità dei Soci,
considerato che le somme che benissimo avrebbero coperto la spesa, sono state impegnate per
altre finalità e non sempre nell’interesse dei soci. Oggi si continua a penalizzare i soci  privi di servizio,
prima con l’ illusione e ora con l’ostruzionismo.
A questo punto i Consiglieri, convengono di portare la proposta in Assemblea.
Alle ore 20,00 esce dalla sala il Consigliere Amoroso Alessandro, per motivi di lavoro.
10.    Costituzione Inventario Società Operaia;
Viene evidenziata la mancanza di un inventario in quanto il Sodalizio dispone di soli elenchi di giacenza
dei beni mobili.  Si rende opportuno che i consiglieri collaborino  per meglio comprendere la
movimentazione dei beni di appartenenza della societa’ nel corso degli ultimi anni, elaborando,
secondo memoria storica di ognuno, un inventario ufficiale.
11.    Revisione Spese di Segreteria per Avviso di Pagamento Quote sociali;
Al fine da stimolare la regolarità dei pagamenti, così da permettere una maggiore fluidità di somme
nell’interesse dei Soci, si propone l’aumento delle spese di Segreteria da € 1,00  a € 2,50.
Il Consigliere Ciavirella su dettatura dichiara a nome proprio e dei consiglieri , Turdo e Mugavero,
di essere contrari all’aumento delle spese di segreteria, degli avvisi di pagamento delle quote sociali.
In quanto la situazione economica generale e in particolare di alcuni soci è al quanto precaria, tanto
da non permettersi il pagamento delle quote sociali. Con questo provvedimento si aggrava la situazione
economica dei Soci, contravvenendo agli scopi mutualistici del Nostro Sodalizio. A questo argomento
i sottoscritti chiedono di poter inserire alla prima riunione di assemblea………. Il Presidente, poiché il
Consigliere ha terminato la dichiarazione e visto che la proposta successiva non è pertinente, gli toglie
la parola e aggiunge che da verifica effettuata,  risulta che il ritardo nei pagamenti è prevalentemente una
abitudine e una pigrizia  e non sempre una necessità.
Eventuali  specifiche situazioni, sono e continueranno ad essere valutate con la dovuta attenzione,
sensibilità e discrezionalità.  Il provvedimento anzi, permette e in un certo senso impone ai Soci il pagamento
con maggiore regolarità e quindi minor incidenza nel Budget familiare mensile.
Si procede col votare la proposta di aumento delle spese di segreteria sugli avvisi di pagamento e
con 6 voti favorevoli e 3 contrari, la proposta viene accolta.
Alle ore 20,45 visto l’orario, si concorda unanimemente di sospendere la seduta e di rinviare al
prossimo consiglio i successivi punti dell’ordine del giorno, pertanto il Presidente, ringrazia i presenti
e dichiara chiuso il Consiglio del 11/01/2012.


Il segretario                                                                            Il Presidente

Piscitello Raimondo                                                              Mascari Tommaso