1. EVENTUALI PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI;
  2. BILANCIO TRIMESTRALE LUGLIO/SETTEMBRE 2012;
  3. RICHIESTA SOCIO VITTORIO ALFIERI;
  4. VARIE ED EVENTUALI;
L’ANNO DUEMILADODICI, ADDÍ 07 DEL MESE DI NOVEMBRE, ALLE ORE 18,00 NEI LOCALI SOCIALI, IN  II^  CONVOCAZIONE,  SI E’ RIUNITO IL CONSIGLIO DIRETTIVO

PER DISCUTERE E DELIBERARE IL SEGUENTE

O. D. G

1. EVENTUALI PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI;
2. BILANCIO TRIMESTRALE LUGLIO/SETTEMBRE 2012;
3. RICHIESTA SOCIO VITTORIO ALFIERI;
4. VARIE ED EVENTUALI.

SONO PRESENTI I SEGUENTI CONSIGLIERI: 

* TORCIVIA SANTINO
* PATTI GIOVANNI   
* BOSCIA SEBASTIANO
* AMATO SOTTOSANTI CALOGERO
* TURDO LUIGI
* ARCIDIACONO SEBASTIANO
* CIAVIRELLA GIUSEPPE
* AMOROSO ALESSANDRO

RISULTANO ASSENTI  I CONSIGLIERI CIANCIOLO GIUSEPPE (GIUSTIFICATO), MUGAVERO ROCCO (GIUSTIFICATO) E PISCITELLO RAIMONDO.

ALLE ORE 18,10 CONSTATATO IL NUMERO LEGALE , IL PRESIDENTE DICHIARA APERTA LA SEDUTA, NOMINANDO IL CONSIGLIERE CIAVIRELLA A SVOLGERE LE FUNZIONI DI SEGRETARIO, IN ASSENZA DEL CONSIGLIERE PISCITELLO.


SU PROPOSTA DEL CONSIGLIERE BOSCIA, ACCETTATA ALL’UNANIMITA’ DEI PRESENTI, VIENE ANTICIPATO IL 2° PUNTO ALL’O.D.G. “BILANCIO TRIMESTRALE LUGLIO/SETTEMBRE 2012”.
IL PRESIDENTE ILLUSTRA IL RENDICONTO RELATIVO AL III° TRIMNESTRE 2012.
SU RICHIESTA DI DIVERSI CONSIGLIERI, SPECIFICA CHE L’IMPORTO DI EURO 594,70 INSERITO NELLA VOCE “SPESE DI CARNEVALE” E’INERENTE AL PAGAMENTO DI 2 FATTURE PER L’ACQUISTO DI MATERIALE UTILIZZATO PER LA PITTURAZIONE DEI LOCALI, MENTRE  L’IMPORTO DI EURO 221,02 INSERITO NELLA VOCE “SERATE DANZANTI” COMPRENDE COSTI SOSTENUTI PER LA SERATA  DANZANTE ANDATA DESERTA ORGANIZZATA A  MAGGIO 2012.
ENTRAMBE LE VOCI SUINDICATE VENGONO CONTESTATE DAL CONSIGLIO DIRETTIVO, IN QUANTO EFFETTUATE DALL’ALLORA PRESIDENTE MASCARI     SENZA ALCUNA AUTORIZZAZIONE CONSILIARE.
POICHE’ E’ CHIARO CHE L’ATTUALE AMMINISTRAZIONE NON HA FATTO ALTRO CHE SALDARE UN DEBITO CONTRATTO IN PRECEDENZA, IL CONSIGLIO DECIDE ALL’UNANIMITA’ DI APPROVARE IL RENDICONTO RELATIVO AL III° TRIMESTRE 2012, SENZA ENTRARE NEL MERITO SE LA SPESA FOSSE STATA AUTORIZZATA.
ALLE ORE 18,25 ENTRA IN SALA IL CONSIGLIERE PISCITELLO RAIMONDO, CHE DA QUESTO MOMENTO VA A SVOLGERE LA FUNZIONE DI SEGRETARIO.

3° PUNTO -  IL PRESIDENTE COMUNICA AI CONSIGLIERI DI AVER RICEVUTO DA PARTE DEL SOCIO VITTORIO ALFIERI, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE REST@RT A.P.S., LA RICHIESTA DI UN CONTRIBUTO DI EURO 1.600,00 PER LA RISTAMPA DEL VOLUME “QUADERNI DI ARCHEOLOGIA NEBROIDEA” (COPIA RICHIESTA SI ALLEGA ALLA PRESENTE DELIBERA).
II CONSIGLIO, PUR CONDIVIDENDO L’INIZIATIVA DEL SOCIO ALFIERI,  BASATA SUI VALORI E SUI PRINCIPI DI SOLIDARIETA’ SOCIALE E CIVILE CHE CARATTERIZZANO IL NOSTRO STATUTO, CONSTATA CHE IN QUESTO PERIODO NON CI SONO I PRESUPPOSTI PER APPOGGIARE QUESTE INIZIATIVE.
SU PROPOSTA DEL CONSIGLIERE CIAVIRELLA, APPROVATA ALL’UNANIMITA’, IL CONSIGLIO DECIDE DI ATTIVARSI NEL TENTATIVO DI RECUPERARE LA CIFRA OCCORRENTE (MAGARI CON L’ORGANIZZAZIONE DI UN SORTEGGIO) PER LA REALIZZAZIONE DELL’INIZIATIVA, SENZA FARE RICORSO AI FONDI SOCIALI.

SI PASSA COSI’ AD ESAMINARE IL 1° PUNTO  ALL’O.D.G.  RINVIATO IN PRECEDENZA.
IL PRESIDENTE, IN RIFERIMENTO AL PUNTO 2 DELLA DELIBERA DEL CONSIGLIO DIRETTIVO N.16 DEL 22/10/2012, COMUNICA AI CONSIGLIERI CHE IN DATA 31/10/2012 IL SOCIO MASCARI TOMMASO HA PROTOCOLLATO DICHIARAZIONE (ALLEGATA ALLA PRESENTE DELIBERA), A FIRMA DEL SIG. PARLAPOCO SEBASTIANO, CON LA QUALE LO STESSO RETTIFICA QUANTO DICHIARATO IN SENO ALLA SEDUTA CONSILIARE N. 16 E CONFERMA DI AVER RICEVUTO DAL SIG. MASCARI LA SOMMA DI EURO 105,00 IN OCCASIONE DEI SERVIGI RESI DURANTE IL CARNEVALE 2012.
IL SOCIO PARLAPOCO INOLTRE FA PRESENTE NELLA MEDESIMA DICHIARAZIONE, DI ESSERSI CONFUSO E DI AVER FIRMATO IL DOCUMENTO SOTTOPOSTOGLI DAL CONSIGLIERE CIAVIRELLA  NELLA CONVINZIONE DI AFFERMARE DI AVER RICEVUTO LA SOMMA DI EURO 100,00.
VIENE CHIAMATO IN AULA IL SOCIO PARLAPOCO SEBASTIANO, IL QUALE CONFERMA QUANTO RIFERITO DAL PRESIDENTE E SOTTOSCRITTO NELLA LETTERA PROTOCOLLATA DEL 31/10/12. INOLTRE IL SOCIO PARLAPOCO, IN RIFERIMENTO ALLA I° DICHIARAZIONE SOTTOSCRITTA IL 31/08/12, AFFERMA DI NON AVER RICEVUTO NESSUNA PRESSIONE O COSTRIZIONE DA PARTE DEL CONSIGLIERE CIAVIRELLA.
DOPO L’USCITA DEL SOCIO PARLAPOCO, PRENDE LA PAROLA IL PRESIDENTE CHE PROPONE, AL SOLO SCOPO DI EVITARE STRASCICHI DI INUTILE E STERILE POLEMICA, DI CHIUDERE LA VICENDA,ACCETTANDO QUANTO DICHIARATO  DAL SOCIO PARLAPOCO NELLA DICHIARAZIONE TRASMESSA DAL MASCARI, E DI PUBBLICARE QUANTO PRIMA LE DECISIONI IN MERITO, AFFINCHE’ TUTTI I SOCI POSSANO CONOSCERE I FATTI ACCADUTI, ANCHE A TUTELA DELL’IMMAGINE E DELLA DIGNITA’ DI OGNI PERSONA DIRETTAMENTE COINVOLTA.
INTERVIENE IL CONSIGLIERE CIAVIRELLA CHE PROPONE DI DARE MANDATO ALL’UFFICIO DI PRESIDENZA, PER L’EMISSIONE DI EVENTUALI PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI NEI CONFRONTI DEL SOCIO PARLAPOCO, COLPEVOLE DI AVER CREATO QUESTA SPIACEVOLE SITUZIONE.
IL CONSIGLIO DOPO AMPIA DISCUSSIONE, DELIBERA ALL’UNANIMITA’ DI APPROVARE INTEGRALMENTE LA PROPOSTA DEL PRESIDENTE E LA PROPOSTA DEL CONSIGLIERE CIAVIRELLA.
CONTINUANDO IL PUNTO ALL’O.D.G., IL PRESIDENTE COMUNICA AI PRESENTI  DI AVER INVITATO IL SOCIO  MASCARI TOMMASO,  PER ESSERE INTESO DAL CONSIGLIO IN MERITO ALLA PRESUNTA VIOLAZIONE  DI ALCUNI ARTICOLI STATUTARI;  E DA’ LETTURA DELLA LETTERA INVIATA DALLO STESSO MASCARI (COPIA SI ALLEGA ALLA PRESENTE DELIBERA).
CHIEDE ED OTTIENE LA PAROLA IL CONSIGLIERE CIAVIRELLA, CHE DICHIARA QUANTO SEGUE: “ SIG. PRESIDENTE, SIGG. CONSIGLIERI, PRENDO ATTO DELLA LETTERA APPENA LETTA DAL SIG. PRESIDENTE, INERENTE L’INVITO RIVOLTO AL SOCIO MASCARI TOMMASO AD ESSERE INTESO DA QUESTO CONSIGLIO DIRETTIVO SU FATTI E CIRCOSTANZE CHE LO STESSO, AVREBBE POTUTO CHIARIRE E CHE, PURTROPPO, PER LA SECONDA VOLTA, PRESO DA IMPEGNI IMPROVVISI LAVORATIVI, NON PUO’ ESSERE PRESENTE.
NON POSSO, SIG. PRESIDENTE E SIGG. CONSIGLIERI, NON PRENDERE ATTO ALTRESI’, DEL TENORE DELLA LETTERA INVIATA DALLO STESSO SOCIO, FACENDO RIFERIMENTO AD ULTERIORI CONVOCAZIONI CHE, DOVREBBERO ESSERE CONCORDATI PREVENTIVAMENTE CON LO STESSO; E CONTEMPORANEAMENTE IN CONTRADITTORIO DI QUANTO LO STESSO DICHIARA, IL PRESIDENTE DOVREBBE INVITARE IL LEGALE DEL SOCIO PER AVERE CHIARIMENTI O EVENTUALI CONTESTAZIONI.
IL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA SOCIETA’ OPERAIA, NON E’ CERTAMENTE UN’AULA DI TRIBUNALE, NE’ TANTO MENO LUOGO E SEDE PER SOMMARI PROCESSI CIVILI E PENALI; MA LUOGO E SEDE DI CIVILE DIBATTITO,  REGOLAMENTATO DA UN APPOSITO STATUTO INTERNO, CON DIRITTI E DOVERI CHE VANNO RISPETTATI DA TUTTI I SOCI.
INOLTRE SI FA NOTARE AL SOCIO MASCARI TOMMASO, CHE LO STATUTO E’ ANCHE COMPOSTO DA ORGANI SOCIALI, E QUINDI, ANCH’ESSI RISPETTATI PER LE LORO COMPETENZE ED I RUOLI CHE  OCCUPANO IN UN CONTESTO ASSOCIATIVO.
TENTATIVI DI MINACCE VELATE O INTIMIDAZIONI CHE POTREBBERO INDURRE IL CONSIGLIO A DESISTERE NELL’ESPLETARE IL PROPRIO MANDATO, VANNO IMMEDIATAMENTE RISPEDITE AL MITTENTE.
CIO’ DIMOSTRA DA PARTE DELLO STESSO SOCIO, IL REITERATO COMPORTAMENTO IRRISPETTOSO VERSO GLI ORGANI DELLA SOCIETA’ OPERAIA COME SI HA AVUTO MODO DI CONSTATARE GIA’ IN PASSATO CON IL COLLEGIO DEI PROBIVIRI.
INVITO IL SIG. PRESIDENTE E TUTTO IL CONSIGLIO QUINDI DI PROCEDERE ALL’ADEMPIMENTO DEL PROPRIO DOVERE, RICORDANDO CHE L’ART. 39 DELLO STATUTO SOCIALE RICONOSCE I COMPITI E LE FUNZIONI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO E FRA ESSI ANCHE INFLIGGERE EVENTUALI PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI, MENTRE NON SI PREVEDONO RAPPRESENTANZE DI LEGALI O ESTRANEI AL SODALIZIO PER ESSERE INTESI SU FATTI CHE NON COMPETONO AL DIRETTO INTERESSATO”.
A QUESTO PUNTO, IL CONSIGLIO DECIDE ALL’UNANIMITA’, DI RICONVOCARE NUOVAMENTE IL SOCIO MASCARI, PER ESSERE INTESO NELLA PROSSIMA RIUNIONE DI CONSIGLIO.
ALLE ORE 19,55 NON ESSENDOCI ALTRO DA DISCUTERE IL PRESIDENTE DICHIARA CHIUSA LA SEDUTA.
S. STEFANO DI CAMASTRA. 13/11/12

IL SEGRETARIO                                                IL PRESIDENTE
RAIMONDO PISCITELLO                                       SANTINO TORCIVIA