1. LETTURA E APPROVAZIONE VERBALE SEDUTA PRECEDENTE 08/02/2010 ;

2. EVENTUALE ACCETTAZIONE SOCI ;

3. EVENTUALE RIAMMISSIONE SOCI MOROSI ;

4. BILANCIO CARNEVALE 2010 ;

5. ORGANIZZAZIONE TORNEO DI BILIARDO ;

6. CONTRIBUTO ASSOCIAZIONE NEHEMIA ;

7. DATA CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA ;

8. VARIE ED EVENTUALI ;

 

IL SEGRETARIO

(Calogero GIANGARDELLA)

IL PRESIDENTE

(Santo RAMPULLA)

ALLE ORE 18.05 CONSTATATO IL NUMERO LEGALE , IL PRESIDENTE DICHIARA APERTA LA SEDUTA.

1. PUNTO - IL PRESIDENTE DA LETTURA DEL VERBALE DELLA SEDUTA PRECEDENTE ,IL QUALE VIENE APPROVATO ALL’UNANIMITÁ.

2. PUNTO - PRIMA DI INIZIARE LA DISCUSSIONE DEL SECONDO PUNTO IL CONSIGLIERE GIOVANNI PATTI ECCEPISCE LA VOTAZIONE SEGRETA DI OGNI SINGOLO ASPIRANTE A SOCIO SECONDO GLI ARTICOLI 11 E 12 DELLO STATUTO SOCIALE.

PRENDE LA PAROLA IL PRESIDENTE E PRIMA DI PRESENTARE I NOMINATIVI DEI RICHIEDENTI DICHIARA CHE IL TUTTO PROCEDERA’ SECONDO LE NORME DELLO STATUTO E CHE RITIENE UN ‘ECCEZIONE LA PROCEDURA PRECEDENTE , SBRIGATIVA , PER L’APPROSSIMARSI DEL CARNEVALE ; QUINDI SI PASSA ALLA VOTAZIONE DEGLI ASPIRANTI SOCI . ALLE ORE 18.20 FANNO IL LORO INGRESSO I CONSIGLIERI GIANGARDELLA CALOGERO , AMATO GIUSEPPE E MESSINA CALOGERO. QUINDI SI PROSEGUE ALLA VOTAZIONE CON IL SEGUENTE RISULTATO : MICALE GIUSEPPE OTTIENE 10 VOTI FAVOREVOLI SU 10 ; CASTIGLIA MARZIA OTTIENE 10 VOTI FAVOREVOLI SU 10 ; SERIO GIUSEPPE OTTIENE 9 VOTI FAVOREVOLI SU 10 ; LIPARI DOMENICO OTTIENE 9 VOTI FAVOREVOLI SU 10. VENGONO TUTTI REGOLARMENTE ACCETTATI .

3. PUNTO - VIENE RIAMMESSO A MAGGIORANZA A SOCIO EFFETTIVO IL SIGNOR CASTIGLIA FILIPPO CHE NE HA FATTO RICHIESTA DOPO AVER SALDATO OGNI SUO DEBITO CON LA SOCIETA’ OPERAIA.

4. PUNTO - IL CASSIERE TORCIVIA SANTINO PRESENTA IL BILANCIO DEL CARNEVALE 2010 DI CUI SE NE ALLEGA COPIA E NE ILLUSTRA LE VARIE VOCI. DOPO UN’AMPIA ED INTERESSANTE DISCUSSIONE IL CONSIGLIO NELLA SUA MAGGIORANZA ASSOLUTA LO APPROVA RITENENDOLO VANTAGGIOSO SE SI CONSIDERA IL FATTO CHE MOLTE SONO STATE LE PERSONE CHE HANNO CHIESTO LA LORO ADESIONE A SOCI : 30 EEFFETTIVI E 1 TEPORANEO.

PER MOTIVI PERSONALI ED URGENTI IL CONSIGLIERE TORCIVIA ABBANDONA LA SEDUTA ALLE ORE 18.55.

5. PUNTO – IL PRESIDENTE FA PRESENTE AL CONSIGLIO DI ESSERE STATO CONTATTATO PER ORGANIZZARE UN TORNEO DI BILIARDO DA PARTE DI ALCUNI SOCI AMATORI. IL CONSIGLIO NE PRENDE ATTO E DELIBERA ALL’UNANIMITA’ DI CONCEDERE LORO QUESTA OPPORTUNITA’ IN DATA DA STABILIRE CON L’UFFICIO DI PRESIDENZA .

6. PUNTO – IL CONSIGLIO ESAMINA LA RICHIESTA SCRITTA DA PARTE DEL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE NEHEMIA DI UN CONTRIBUTO PER LA FESTA DEI CORIANDOLI SVOLTASI ALL’INTERNO DEI LOCALI SOCIALI NELLA SERATA DI SABATO 20 FEBBRAIO 2010. RELATIVAMENTE A CIO’ IL PRESIDENTE RAMPULLA ED ALTRI CONSIGLIERI PRESENTI ALLA FESTA , LAMENTANO UN COMPORTAMENTO POCO SOCIEVOLE DI ALCUNI ESPONENTI DELLA SUDDETTA ASSOCIAZIONE , NEI CONFRONTI DEL NOSTRO SODALIZIO. ALL’UOPO IL CONSIGLIO DOPO UN’ACCESO DIBATTITO DELIBERA ,SUO MALGRADO, DI DARE UGUALMENTE UN CONTRIBUTO CON LA PREMESSA CHE MAI PIU’ CODESTA ASSOCIAZIONE POTRA’ SVOLGERE UNA SUA MANIFESTAZIONE ALL’INTERNO DEI LOCALI SOCIALI.

7. PUNTO - IL PRESIDENTE ESPONE LA NECESSITA’ DI INDIRE ENTRO IL MESE DI MARZO L’ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI COME DA STATUTO E FISSA LA DATA DEL 27 MARZO IN PRIMA CONVOCAZIONE E DEL 28 MARZO IN SECONDA CONVOCAZIONEALLE ORE 17.00.IL CONSIGLIO ALL’UNANIMATA APPROVA.

8. NELLE VARIE ED EVENTUALI IL PRESIDENTE RITIENE OPPORTUNO INSERIRE ALCUNI ARGOMENTI

1) ESPONE AL CONSIGLIO UNA RICHIESTA SCRITTA DA PARTE DEL COORDINATORE DELL’ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE “ A. FLORENA “ DI S.STEFANO DI CAMASTRA PER L’UTILIZZO DELLA SALA CONFERENZE DEL NOSTRO SODALIZIO NELLA QUALE INTENDE EFFETTUARE UN INCONTRO SOCIALE DI INFORMAZIONE E PROMOZIONE CON LE FAMIGLIE E GLI STUDENTI DELLA SCUOLA MEDIA DI PRIMO GRADO . IL CONSIGLIO ALL’UNANIMITA’ RITIENE L’ISTANZA MERITORIA E CONCEDE L’USO DELLA SALA R. MAZZEO PER IL GIORNO 11 MARZO 2010 ALLE ORE 18.00 .

2) COME OGNI ANNO DOPO LA FINE DEL CARNEVALE SI RITIENE OPPORTUNO RINFRESCARE E TINTEGGIARE I LOCALI SOCIALI , PERTANTO IL PRESIDENTE RITIENE APPROPIATO (COSI’ COME NEGLI ANNI PRECEDENTI ) DI AFFIDARE L’OPERA AL SOCIO PROFESSIONALE IN ATTIVITA’ O PENSIONATO CHE PRESENTERA’ NEI LIMITI STABILITI IL PREVENTIVO PIU’ VANTAGGIOSO. PRENDE LA PAROLA IL CONSIGLIERE GIOVANNI PATTI IL QUALE CONTESTA ASSERENDO CHE TUTTO VENGA FATTO A NORMA DI LEGGE E NE PROPONE LA VOTAZIONE. CON 9 VOTI CONTRARI SU 10 VIENE BOCCIATA LA PROPOSTA A GIUSTIFICAZIONE DELLA QUALE SI FA OSSERVARE CHE AL SOCIO CHE VINCERA’ L’APPALTO SARA’ DATO UN CONTRIBUTO A TITOLO MUTUALISTICO ( VISTI ITEMPI CHE CORRONO ) CONTRO LA SUA PRESTAZIONE D’OPERA.

3) I CONSIGLIERI PATTI GIOVANNI E AMATO GIUSEPPE PORTANO A CONOSCENZA CHE NELLA SALA GIUOCO CARTE SI USA UN LINGUGGIO SCURRILE E POCO CONSONO AL VIVERE CIVILE. PER TALE MOTIVO CHIEDONO CHE VENGA DISCIPLINATO OGNI SINGOLO COMPORTAMENTO SCORRETTO ED INCIVILE , IL CONSIGLIO NE PRENDE ATTO E DELIBERA DI ACCENTUARE LA PUNIZIONE PER IL SOCIO CHE SI COMPORTERA’ INEDUCATAMENTE.

RISULTA ASSENTE GIUSTIFICATO IL CONSIGLIERE LO IACONO CALOGERO.

NON ESSENDOCI ALTRO DA DISCUTERE ALLE ORE 19.47 IL PRESIDENTE DICHIARA SCIOLTA LA SEDUTA.

S. STEFANO DI CAMASTRA Li 03/03/2010

IL SEGRETARIO                                                                   IL PRESIDENTE

(Calogero GIANGARDELLA)                                                     (Santo RAMPULLA)